MASTER  DI PRIMO LIVELLO IN TEATROTERAPIA

(60 Crediti Universitari)

«.... il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte»

(Leo De Berardinis)

Responsabile del Master dott.ssa Luisa Lauretta

Con l'Accademia di Belle Arti Michelangelo, operante nel sistema

AFAM del MIUR

Docenti:

  • Francesca Cantaro (Psicologa, Psicoterapeuta con approccio fenomenologico)
  • Silvia Cioni (Psicologa, Psicoterapeuta, Pedagogista teatrale)
  • Ilaria Drago (Attrice, Performer, Regista, Scrittrice, Pedagoga)
  • Luisa Lauretta (Psicologa clinica, Formatrice, Esperta in teatroterapia)
  • Francesca Pirami (Cantante, Attrice, Vocal Trainer) 
  • Bianca Pananti (Psicoterapeuta esperta in gruppi e tecniche teatrali)
  • Emanuele Perelli (Psicologo, Direttore IGL Lucca, Artista)
  • Paolo Quattrini (Psicologo, Psicoterapeuta, Direttore IGF)
  • Francesco Ridolfi (Psicoterapeuta esperto in teatro sociale)
  • Cesare Torricelli (Regista e Pedagogista Teatrale)
  • Gabriele Vacis (Regista teatrale, drammaturgo, sceneggiatore)

FINALITÀ

Il Master intende fornire ai partecipanti strumenti teorici e pratici sia per la conduzione di gruppi a mediazione teatrale, utilizzabili in contesti socio educativi e riabilitativi, che delle accurate metodologie teatrali e performative da mettere in atto anche in contesti di intervento individuale.

Nel corso del Master si lavorerà sul corpo, sulla voce, sull’azione scenica, sulla performance, utilizzando dispositivi derivati dal teatro sperimentale.

La messa in gioco del corpo nello spazio, l’uso intenzionale e modulato della voce, la ricerca e la messa in scena dei personaggi interni inespressi, il training fisico, le esperienze di relazione d’aiuto in ottica fenomenologico-esistenziale, il lavoro sul carattere, saranno veicoli di consapevolezza dei propri assetti interni, perché sia possibile per ognuno uno sguardo riflessivo, utile per incontrare e scegliere le proprie configurazioni esistenziali.

Il Master vuole essere allora innanzitutto un’esperienza pratica per i partecipanti, alternata a momenti di riflessione teorica ed esercitazioni sull’utilizzo di quanto appreso per agevolare un apprendimento profondo e replicabile.

Il corso fornirà ai partecipanti quelle conoscenze e competenze necessarie per l’applicazione del mediatore teatrale nella relazione d’aiuto e per la promozione di interventi nei campi della formazione, educazione, prevenzione e riabilitazione individuale e di gruppo, oltre che per un uso consapevole dei “linguaggi della scena”.

 

 

ORIENTAMENTO TEORICO DEL MASTER

Il Master intende formare figure di Teatroterapeuti con esperienza teatrale e performativa e che sappiano operare nella relazione d'aiuto in una prospettiva fenomenologico-esistenziale.

Attraverso l’uso dell’immaginazione, attraverso l’attenzione al qui e ora, al linguaggio del corpo, al respiro, al rito, il teatroterapeuta potrà accompagnare la persona in un processo creativo che la porti a partecipare attivamente alla propria esistenza di cui è autrice e attrice, per progettare e mettere in atto riconfigurazioni esistenziali che aprano a nuovi orizzonti di senso.

 

 

ARTICOLAZIONE

Il Master, ha carattere principalmente esperienziale ed è articolato in lezioni frontali, laboratori di formazione e seminari, studio personale e assistito, elaborazione di un progetto personale e di una tesina, per un totale di 1500 ore.

 

La durata del Master è di 24 mesi. L’attività formativa consente l’acquisizione di 60 crediti universitari (CFU).

 

Ai corsisti saranno richiesti i seguenti adempimenti:

  • Partecipazione ai seminari teorico-esperienziali.
  • Studio e approfondimento del materiale didattico.
  • Messa a punto di un progetto finale concordato con la direzione della scuola.
  • Tesina.
  • Superamento della prova finale.

 

Sono previsti 20 seminari di 20 ore l’uno, più due seminari residenziali di 40 ore l’uno.

 

DESTINATARI

Il programma è rivolto a tutti coloro che sono interessati al tema del rapporto tra la psicologia e i “linguaggi della scena”, agli operatori della relazione d’aiuto, e dell’educazione, agli esperti dei processi artistici. In particolare, laureati in Psicologia, Scienze dell’Educazione, Scienze della Formazione, Scienze Pedagogiche e facoltà affini. Attori, animatori, operatori sociosanitari con minimo una laurea triennale.

 

Ammissione

Il Master è a numero chiuso (max 20 partecipanti).

L’ammissione al Master avviene previa presentazione del certificato che attesta il possesso di un titolo di studio in linea con i requisiti sopra indicati e di un curriculum vitae aggiornato, a cui fa seguito un colloquio personale.

 

CRITERI MINIMI DI ACCESSO AL MASTER
• Età minima 22 anni.
• Diploma di laurea triennale. 
• Interesse verso il teatro e/o esperienze di teatro.

 

METODOLOGIA

Il lavoro si svolgerà con momenti di cornici teoriche, lavoro fisico e vocale, messa in scena di atti teatrali, attività rituali, interazioni dialogiche (metodo maieutico), lavori personali, atti creativi, esperienze in sottogruppi, eventi performativi con pubblico…

 

SEDE

I moduli di formazione si svolgeranno a Firenze presso il "Vivaio del Malcantone", Via del Malcantone, 15.

 

 

Per gli insegnanti la partecipazione al Master dà diritto all'attestato accreditato dal MIUR e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

E' possibile utilizzare il bonus docenti.

CONTENUTI DEL MASTER

​Il programma didattico del Master prevede, nel corso del biennio, i seguenti contenuti:

  • Fondamenti e principi del lavoro e della ricerca 

 

  • Poetica e pratica della relazione

 

  • Il corpo, il gesto, il movimento 

 

  • Voce-Teatro. Lo spazio sonoro​ 

 

  • L’orizzonte fenomenologico-esistenziale

 

  • Teoria e prassi del carattere 

 

  • Teoria e prassi dell’atto teatrale e performativo 

 

  • Sensazioni, emozioni ed espressione di sé 

 

  • Principi compositivi dell’azione teatrale 

 

  • Progettazione e intervento

 

  • L’istallazione in ambito teatrale

 

  • Storia e tecnica del teatro 

 

In tutti i moduli:

  • Visione e commento di spettacoli, video, condivisione di testi specifici e riflessione sui linguaggi della scena.
  • Approfondimento e condivisione di termini della Teatroterapia.
  • Presupposti teorici.
  • Esperienze laboratoriali.
  • Pratiche individuali e di gruppo.

 

2 Moduli residenziali di approfondimento, di 40 ore l’uno, con evento performativo finale.

 

Inoltre:

  • 820 ore di studio ed elaborazione personale (inclusa la stesura della tesi finale)
  • 50 ore di supervisione
  • 100 ore di tirocinio
  • Verifica finale con dimostrazione pratica e discussione della tesi.

Informazioni

artetaliatitu@gmail.com

389 9621477

http://www.taliatitu.it

Stampa Stampa | Mappa del sito
Istituto Talìatitù - Associazione di Promozione Sociale - CF 94282640848